SUPERBONUS 110%

 
 

PERCHE’ CONVIENE ACQUISTARE UN’ABITAZIONE DA RISTRUTTURARE CHE POSSA ACCEDERE A SUPERBONUS 110%?

ECCO UNA BREVE SPIEGAZIONE DEL SUPERBONUS 110%

É una misura di incentivazione introdotta dal D.L. “Rilancio” 19 maggio 2020, n. 34 che punta a rendere più efficienti e più sicure le nostre abitazioni. Consiste in una detrazione fiscale pari al 110% delle spese sostenute per effettuare i lavori. 

 

SUPER ECOBONUS

Agevola i lavori di efficientamento energetico

SISMABONUS

Incentiva quelli di adeguamento antisismico


TEMPISTICHE

Dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022
Per i condomini, il limite temporale è esteso fino al 31 dicembre 2022 qualora siano stati completati almeno il 60% dei lavori al 30 giugno 2022.


Per poter godere del Super Ecobonus è necessario effettuare almeno un intervento cosiddetto
“TRAINANTE”

Isolamento termico dell’involucro dell’edificio

Sostituzione degli impianti termici

 

Una volta eseguito almeno uno degli interventi trainanti, il beneficiario può decidere di effettuare anche gli interventi 
“TRAINATI”

Sostituzione degli infissi e delle schermature solari

Installazione di impianti solari fotovoltaici

Installazione di sistemi di accumulo elettrici

Installazione di colonne per la ricarica dei veicoli elettrici

 

L’insieme di questi interventi (trainanti e trainati) deve comportare un miglioramento minimo di almeno
DUE CLASSI ENERGETICHE dell’edificio.

SUPERBONUS 110%

Per quanto riguarda il Super Ecobonus, le persone fisiche possono svolgere i lavori su un massimo di due unità abitative, salvo gli interventi sulle parti comuni che sono sempre agevolabili, a prescindere dal numero di unità possedute. Il miglioramento di almeno due classi energetiche deve essere dimostrato con un’attestazione di prestazione energetica (APE) da realizzare sia prima che dopo gli interventi.
L’asseverazione deve certificare la corretta esecuzione dei lavori, il rispetto dei requisiti tecnici, dei massimali di spesa e la congruità dei costi. Successivamente, l’asseverazione dovrà essere inviata ad ENEA in formato telematico entro 90 giorni dal termine dei lavori o ad ogni stato avanzamento lavori. Qualora il beneficiario volesse esercitare l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito, dovrà richiedere anche il visto di conformità a uno dei soggetti incaricati al rilascio (es. commercialista, CAF).
A questo punto, il beneficiario potrà comunicare all’Agenzia delle Entrate l’esercizio dell’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito d’imposta, utilizzando l’apposito modello pubblicato sul sito dell’Agenzia.

 QUATTRO OPZIONI DISPONIBILI

Detrazione in 5 anni

Il contribuente sostiene direttamente il costo dei lavori e utilizza la detrazione  fiscale in compensazione per pagare meno tasse!  (attenzione, va verificata capienza IRPEF)

Cessione del credito (A)

Il contribuente può cedere il credito d’imposta a terzi: il contribuente sostiene le spese per i lavori e al termine, l’istituto acquista il credito versando al contribuente il 100% delle spese sostenute.

Cessione del credito (B)

l’istituto di credito finanzia l’intervento in corso d’opera (il contribuente riconoscerà i relativi tassi di interesse) e a seguire acquisirà il credito d’imposta del contribuente.

Sconto in fattura

Il beneficiario può decidere di esercitare l’opzione dello sconto in fattura: l’impresa o le imprese che hanno effettuato i lavori applicano uno sconto fino al 100% del valore complessivo della fattura.

 

ESEMPIO PRATICO

Il cliente acquista una villetta sul libero mercato
Costo: 180.000 €
Sup. commerciale: 180 mq
Valore: 1.000 €/mq
Classe Energetica: G (EPgl 401)


Il cliente effettua tramite un’impresa che applica lo sconto in fattura un intervento di riqualificazione energetica


Valore complessivo della ristrutturazione: € 89.500

*importi inclusi di materiali, manodopera, iva, oneri per la sicurezza, spese tecniche

L’impresa effettua i lavori ed emette fattura di importo 0,00 €

 

Al termine dei lavori (dopo pochi mesi dall’acquisto) il cliente si trova ad essere proprietario di un immobile con
Valore di mercato: 260.000 €
Sup. commerciale: 180 mq
Valore: 1.444 €/mq
Classe Energetica: D (EPgl 166)

Totale investimento: 180.000 € --->  Valore finale: 260.000 €

L’esempio riportato è inerente al caso ideale in cui tutti i lavori eseguiti rientrano tra quelli agevolabili e soprattutto che i costi emersi sono inferiori rispetto ai massimali di legge e completamente conformi alla verifica di congruità dei prezzi
(statisticamente in realtà vi sono una piccola percentuale variabile dal 3 al 8% di costi a carico del cliente finale)



Il SUPERBONUS110 risulta realizzabile anche in aggiunta a un intervento di ristrutturazione di interni! Questi altri interventi possono quindi rientrare nella detrazione BONUS CASA 50%!

 
 

Completa il form seguente per richiedere maggiori informazioni. Sarai contattato entro 24H